A Bressanone si punta sulle biciclette

Mobilità ai tempi del Coronavirus – nuovo percorso ciclabile sulla tratta nord-sud

La legge provinciale approvata l’8 maggio, ha segnato la ripartenza dell’Alto Adige sia dal punto di vista economico che sociale: nel rispetto delle norme di sicurezza previste, riaprono gradualmente tutte le attività economiche ed è consentita la libera circolazione in tutta la Provincia.

In tema di mobilità la ripartenza offre l’occasione per elaborare nuovi scenari futuri. Per evitare un aumento del traffico motorizzato individuale a causa della riduzione del numero dei passeggeri consentiti sui mezzi pubblici, il Comune di Bressanone, in collaborazione con Patrick Kofler della ditta Helios e il team di consulenti veronesi di Netmobility, ha individuato un nuovo percorso ciclabile sulla tratta nord-sud. “Più bici e meno auto sulle strade di Bressanone, è questo il nostro obiettivo” ha affermato il sindaco Peter Brunner “andare in bicicletta è un modo sano, veloce, pratico ed economico per spostarsi che permette di rispettare anche le distanze di sicurezza tra persone previste”.

Il nuovo percorso ciclabile inizia in via Rio Bianco nei pressi dell’Università di Padova dove possono confluirvi i flussi di via Dante, Varna e Rosslauf. Passando dalla Stazione dei Carabinieri, il percorso prosegue lungo la zona a traffico limitato di via Fienili e Piazza Beato Artmanno per imboccare poi lo shared space nei Bastioni Minori. Da via San Cassiano si procede in via Laghetto e da via del Canneto ci si immette sulla pista ciclabile lungo l’argine dell’Isarco per arrivare in zona industriale.
In particolare via San Cassiano sarà adeguata alle esigenze dei ciclisti. Il tratto tra l’imbocco di via Fallmerayer e via Goethe sarà infatti percorribile solo a senso unico da nord a sud mentre per tutta la via San Cassiano sarà fissato il limite di velocità di 30km/h. “Vogliamo che il centro città sia lo spazio destinato alla mobilità lenta ovvero pedoni e ciclisti in primis. Da qui l’appello al reciproco rispetto rivolto a tutti gli utenti della strada” ha sottolineato l’assessore alla mobilità Thomas Schraffl. Nei prossimi giorni verrà installata anche un’apposita segnaletica.
“Si tratta di una soluzione provvisoria per affrontare al meglio l‘attuale situazione” ha spiegato il sindaco Brunner “tuttavia l’esperimento sarà utile anche per l’elaborazione del piano strategico della mobilità sostenibile a cui stiamo lavorando già da qualche mese”.

Più biciclette e meno auto in strada, è questo l’obiettivo dell’amministrazione. A questo proposito, l’assessore alla mobilità Schraffl, ha annunciato che il Comune intende ampliare il progetto E-bike2Work. Attraverso questa iniziativa, lo scorso marzo il Comune aveva messo a disposizione 100 e-bike al canone annuo di 200€ per i cittadini decisi a lasciare a casa l’auto e favorire gli spostamenti in bicicletta. “Oltre alla sensibilizzazione, il Comune vuole incentivare con azioni concrete una mobilità più sostenibile” così l’assessore che ha fatto sapere, che nel corso delle prossime settimane l’amministrazione inoltrerà richiesta di finanziamento per l’acquisto di ulteriori 100 e-bikes agli uffici provinciali competenti. La consegna delle bici potrebbe concretizzarsi il prossimo autunno.

Entro luglio il Comune intende inoltre presentare richiesta di contributo alla Provincia anche per un altro progetto di mobilità sostenibile: Shop2Home, un servizio di consegna merci/prodotti a domicilio con cargo-bike che soprattutto nell’attuale situazione rivela le sue potenzialità. Attraverso un accurato sistema di consegna a domicilio, gli acquisti fatti presso gli esercenti del centro città arriveranno direttamente a casa. Shop2Home è un sistema vantaggioso sia per le attività commerciali del centro che per gli acquirenti che potranno lasciare a casa l’auto.

Nel frattempo la Provincia ha attivato un questionario online utile a raccogliere informazione per elaborare concetti e scenari sulla mobilità del futuro in Alto Adige. “Chiediamo a tutte le brissinesi ed ai brissinesi di partecipare alla ricerca per dare il loro contributo allo sviluppo di una mobilità sostenibile, responsabile e orientata al futuro” così il sindaco Brunner e l’assessore Schraffl.
E’ possibile partecipare al questionario cliccando sul seguente link oppure direttamente dal sito del Comune di Bressanone nella sezione Mobilità
https://www.greenmobility.bz.it/zukunft

 

Mappa del nuovo percorso ciclabile

Iscriviti alla newsletter