Si amplia la maglia delle attività consentite

Da subito nuove regole per spostamenti e attività economiche

Ieri sera il Presidente della Provincia Autonoma Arno Kompatscher, ha firmato la nuova ordinanza in attuazione dell’ultimo DPCM di Conte. Sfruttando i margini di manovra consentiti, Kompatscher ha ampliato le libertà consentite e anticipato di una settimana l’entrata in vigore delle misure previste dal Governo centrale per il resto d’Italia.Le novità riguardano in particolare spostamenti e libertà personali nonché diversi aspetti della vita economica in Provincia.

Spostamenti
Da subito è consentito spostarsi nell‘intero territorio provinciale per accompagnare persone anziane o disabili. È inoltre possibile accompagnare persone conviventi prive di patente in occasione degli spostamenti consentiti.

Un’ulteriore alleggerimento riguarda la possibilità di acquistare generi alimentari presso attività di vendita che si trovano lungo il tragitto casa-lavoro e quindi anche al di fuori del proprio comune di residenza.

Persone disabili o che per particolari condizioni psicofisiche, non tollerano l‘uso delle mascherine, sono esonerate da questo obbligo; devono tuttavia rispettare le distanze interpersonali previste.

Riaprono parchi e aree verdi dove l’accesso è consentito a condizione che vengano rispettate le distanze interpersonali di almeno tre metri da altre persone. A Bressanone, nel corso della giornata, sono state rimosse le recinzioni ancora presenti.

Maggiori libertà anche per quanto riguarda le attività motorie. Oltre alle passeggiate e al jogging è consentito l’uso della bicicletta anche al di fuori dei confini comunali. Come spiegato da Brunner “quando ci si trova vicino ad altre persone anche all’aperto, è necessario coprire naso e bocca e mantenere la distanza interpersonale di almeno 3 metri”.
Ai proprietari di animali, orti e superfici agricole, è consentito spostarsi anche al di fuori del proprio comune di residenza per provvedere alla loro cura.

Attività economiche
Un altro passo avanti verso il ritorno alla normalità, come spiegato da Brunner, riguarda la vita economica a livello provinciale.
Per le attività lavorative svolte all’aria aperta, decade la limitazione del numero massimo di 5 dipendenti impiegati, a condizione che aziende e lavoratori rispettino tutte le misure di sicurezza e le linee guida in vigore.  
Per quanto riguarda le attività gastronomiche da ora, oltre alla consegna a domicilio è possibile anche l’asporto di alimenti presso l’esercizio da parte dei clienti. Idealmente l’ordinazione avviene via telefono o online. Nel ritirare gli alimenti, esercizi gastronomici e clienti devono rispettare distanze e misure di sicurezza previste.

Alle stesse condizioni e per il tempo strettamente necessario, da ora è consentito ai clienti di recarsi presso le imprese le cui attività sono consentite. Le aziende inoltre possono organizzare per i propri collaboratori trasporti aziendali.

Iscriviti alla newsletter