Agevolazioni dell’imposta municipale immobiliare a sostegno dell’economia in connessione all'emergenza epidemiologica da COVID-19

Con la legge provinciale “Disposizioni collegate all’assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per l’anno finanziario 2020 e per il triennio 2020-2022” il Consiglio provinciale ha approvato in data 30 luglio 2020 anche delle agevolazioni IMI a sostegno dell’economia in connessione all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

 

La legge provinciale n. 9/2020 è stata pubblicata in data 20.08.2020 sul Bollettino Ufficiale della Regione. Sulla base delle disposizioni ivi contenute sono stati predisposti i moduli per le autocertificazioni, che dovranno essere compilati in tutte le loro parti, dotati degli allegati, ove richiesti, firmati ed inviati (tramite PEC o per posta con raccomandata ricevuta di ritorno) o presentati all’ufficio tributi del Comune di Bressanone, a pena di decadenza, entro il 30 settembre 2020.

 

Un primo gruppo di autocertificazioni riguarda:

 

Attività ricettive con regolare licenza/Suap

Categoria catastale A (Residence, affittacamere e agriturismo) e relative pertinenze

Categoria catastale D2 (Hotel, alberghi, pensioni) e relative pertinenze

Attività di ristorazione con regolare licenza

Categoria catastale C1 (Bar, ristoranti)

Attività culturali

Categoria Catastale D3 (Cinema, teatri, discoteche)

Attività sportive

Categoria Catastale D6 (Piscine, palestre, centri sportivi)

 

A queste categorie spetterà l’esenzione IMI per l’anno 2020 se avranno un calo del volume d’affari almeno del 20%. Altrimenti avranno una riduzione del 50% dell’imposta dovuta.

 

Avranno diritto alle agevolazione di cui sopra coloro che svolgono le summenzionate attività nella seguente forma:

 

Gestione diretta:

Se il gestore delle summenzionate attività è anche il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure è il concessionario e il locatario finanziario dei fabbricati, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“100_Covid IMI possesso concessione leasing”.

 

Uso gratuito:

Se il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure il concessionario e il locatario finanziario non è gestore ma ha messo il fabbricato, nel quale vengono esercitate le attività, gratuitamente a disposizione del gestore, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“100_Covid IMI uso gratuito conferimento in natura”.

 

Conferimento in natura:

Se il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure il concessionario e il locatario finanziario, in qualità di socio della società gestrice delle attività, ha dato in godimento il fabbricato quale conferimento in natura ai sensi degli articoli 2254 e 2342 del Codice civile, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“100_Covid IMI uso gratuito conferimento in natura”.

 

Affitto e locazione:

Se il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure il concessionario e il locatario finanziario ha dato il fabbricato in locazione o in affitto al gestore delle attività esercitate nel fabbricato e ha ridotto il relativo canone annuale di locazione o di affitto per l’anno 2020 almeno dell’importo che sarebbe dovuto a titolo di IMI per l’anno 2020 senza esenzione, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“100_Covid IMI affitto locazione”

 

Un secondo gruppo di autocertificazioni riguarda:

 

Attività industriali o artigianali

Categoria catastale C3 (Laboratori per arti e mestieri), D1 (fabbrica, stabilimento industriale), D7 (speciali esigenze di un’attività industriale) e D10 (produzione agricola)

Attività commerciali

Categoria catastale C1 (negozi e botteghe) e D8 (speciali esigenze attività commerciali)

Attività professionali

Catgoria catastale A10 (uffici e studi privati)

 

A queste categorie spetterà la riduzione del 50% dell’imposta dovuta per l’anno 2020 se avranno un calo del volume d’affari almeno del 20%.

 

Avranno diritto alle agevolazione di cui sopra coloro che svolgono le summenzionate attività nella seguente forma:

 

Gestione diretta:

Se il gestore delle summenzionate attività è anche il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure è il concessionario e il locatario finanziario dei fabbricati, in cui sono svolte le summenzionate attività, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“50_Covid IMI possesso concessione leasing”.

 

Uso gratuito:

Se il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure il concessionario e il locatario finanziario non è gestore delle summenzionate attività esercitate nel fabbricato, ma ha messo il fabbricato, nel quale vengono esercitate le attività, gratuitamente a disposizione del gestore, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“50_Covid IMI uso gratuito conferimento in natura”.

 

Conferimento in natura:

Se il titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di superficie oppure il concessionario e il locatario finanziario non è gestore delle summenzionate attività esercitate nel fabbricato, ma in qualità di socio della società gestrice delle attività ha dato in godimento il fabbricato quale conferimento in natura ai sensi degli articoli 2254 e 2342 del Codice civile, va compilato il seguente modulo di autocertificazione:

>>“50_Covid IMI uso gratuito conferimento in natura”.

 

I moduli per le autocertificazioni, che dovranno essere compilati in tutte le loro parti, dotati degli allegati, ove richiesti, firmati ed inviati (tramite PEC o per posta con raccomandata ricevuta di ritorno) o presentati all’ufficio tributi del Comune di Bressanone, a pena di decadenza, entro il 30 settembre 2020.

Si consiglia l'invio tramite PEC: tributi.bressanone@legalmail.it

Ufficio competente
Iscriviti alla newsletter