Scuola dell'infanzia - Riduzione retta ed esenzione

Famiglie residenti nel Comune di Bressanone, per via della loro situazione reddituale e patrimoniale, possono presentare una domanda di agevolazione della retta di frequenza. La riduzione viene calcolata in base all’attestazione del Valore della Situazione Economica (VSE), che risulta dalle Dichiarazioni Unificate di Reddito e Patrimonio (DURP) dei singoli componenti familiari.
Per le domande di prestazione presentate dal primo gennaio al 30 giugno, si considerano i redditi conseguiti nel secondo anno precedente, mentre per quelle presentate dal primo luglio al 31 dicembre, si considerano i redditi conseguiti nell’anno precedente (ad esempio: per richiedere una prestazione nel settembre 2019, si dovrà presentare la DURP relativa ai redditi 2018).

Bambini, che per gravi motivi sociali sono mantenuti ed assistiti da un’istituzione pubblica o privata con sede a Bressanone (p.es. Kinderdorf, Centro Antiviolenza o genitori affidatari), la retta viene calcolata come per le famiglie residenti nel Comune di Bressanone.

Per la frequenza di una scuola dell'infanzia senza propria cucina la retta viene ridotta del 10%.

I bambini con handicap sono esentati dal pagamento della retta di frequenza. Hanno diritto ad un'eventuale riduzione o esenzione solo i bambini residenti a Bressanone.

Delibera di determinazione dei criteri e delle rette di frequenza 
Rette di frequenza

Termini
Le domande devono essere presentate con l'inizio della frequentazione della scuola dell'infanzia. Domande tardive vengono considerate, se sussistono i presupposti per una riduzione od esenzione, dal mese nel quale é stata presentata.

Ufficio competente
Iscriviti alla newsletter