Dal Consiglio comunale del 13 febbraio 2020

Consulta anziani presenta la relazione sull’attività, approvati la prima variazione di bilancio e il primo procedimento di modifica al piano urbanistico (2018-2019)

Si è svolta ieri in Municipio la prima seduta 2020 del Consiglio comunale brissinese. Ad inizio seduta la consulta anziani ha presentato all’assemblea la relazione sull’attività.
Il presidente Kasal assieme ai membri della consulta e all’assessora Paula Bacher, ha illustrato ai presenti alcuni dati significativi sulla popolazione anziana di Bressanone e sulle attività e le iniziative loro dedicate. Al 31.12.2019 il 19% della popolazione residente a Bressanone aveva superato i 65 anni di età (4.302 persone). Un dato leggermente in aumento rispetto all’anno precedente quando gli ultra65enni erano 4.165.  Tra le iniziative messe in campo dall’amministrazione nel 2019 per agevolare gli anziani ci sono stati, come ogni anno, le riduzione delle tariffe per lo smaltimento dei rifiuti – di cui hanno usufruito 159 persone, nonché i buoni taxi richiesti da 256 anziani (+61). Un’altra iniziativa molto apprezzata dagli anziani di Bressanone sono i tradizionali soggiorni climatici al mare e in montagna che verranno proposti anche quest’anno. “A Bressanone le attività per gli anziani sono molte”, ha commentato l’assessora Bacher, “dalle feste agli incontri settimanali, dalle gite culturali alle attività sportive e sociali. Riceviamo feedback molto positivi da parte loro e di questo dobbiamo ringraziare i responsabili dei singoli club e della consulta anziani”.

A seguire la giunta comunale ha risposto a due interrogazione presentate dal gruppo di Alternativa eco-sociale riguardanti rispettivamente gli alloggi sociali e la zona per insediamenti turistici “Rosalpina”.

Variazione di bilancio
Con 17 voti favorevoli e 4 astensioni il Consiglio ha quindi discusso e approvato la sua prima variazione di bilancio 2020 per un importo complessivo di 1.003.040 euro. Si tratta in particolare di 596.800 euro di contributi provinciali per l’acquisto di biciclette elettrice (progetto E-Bike2Work), la messa in sicurezza di aree abitate e lo studio di fattibilità per il collegamento città-montagna, nonché di contributi e rimborsi spese per l’urbanizzazione di zone residenziali (325.300 euro) e lavori pubblici (60.940 euro). Ulteriori 20.000 euro verranno investiti nel 2020 per la manutenzione delle e-bike.

Sdemanializzazioni e piano urbanistico comunale.
A seguire il Consiglio comunale ha approvato con 18 voti favorevoli e 4 astensioni una rettifica di confini in CC La Mara dove, ai fini della realizzazione della nuova via Alfred Ammon, verranno ceduti alla ditta HDC srl 2.446 m² e 2.085 m² ascritti a bene demaniale del Comune.
All’unanimità l’assemblea ha poi approvato un’ulteriore permuta a Milland con una parte privata dove vengono ceduti 26 m² e ascritti a bene demaniale 27 m².

Infine il Consiglio comunale ha dato il via libera al primo procedimento di modifica al piano urbanistico comunale (2018-2019). La Giunta comunale aveva approvato la proposta in due battute ovvero a marzo e settembre 2019. Dopo che la Commissione Natura e Paesaggio ha rilasciato i suoi pareri lo scorso dicembre, ora il Consiglio comunale lo ha approvato a larga maggioranza.
Con la modifica vengono previste due densificazioni di zone residenziali in via Elsas e via Guggenberg/Lungo Rienza, due adeguamenti di zone per insediamenti turistici sulla Plose, due piccole nuove zone per insediamenti turistici a Monteponente e l’adeguamento delle norme di attuazione per la zona Priel

Iscriviti alla newsletter