A Bressanone videosorveglianza smart

La videosorveglianza a Bressanone diventa smart. Grazie al progetto di un apposito gruppo di lavoro voluto dalla Giunta comunale la videosorveglianza in città diventerà più intelligente e interconnessa.

Un primo studio di fattibilità è stato ora presentato dai responsabili dell’amministrazione comunale, tecnici di ASM, rappresentanti di polizia locale e carabinieri, al sindaco Peter Brunner e al portavoce dei cittadini Prospero Giacomo Bazzoli.
Si tratta, come spiegato dall’assessore e referente del gruppo di lavoro Thomas Schraffl, di un’implementazione dell’attuale sistema di videosorveglianza grazie al quale gli occhi elettronici posizionati nei punti più strategici della città, saranno in grado di leggere le targhe e controllare gli accessi nelle ZTL del centro storico.
 
Attualmente sono 33 le telecamere in funzione sul territorio comunale cui a breve se ne aggiungeranno altre tre fisse e due mobili da installare secondo le esigenze della Polizia Locale.

“Stiamo lavorando per garantire la sicurezza urbana, migliorare la viabilità del territorio e coniugare azioni di prevenzione e controllo” ha commentato il Sindaco Peter Brunner.
“Grazie alla collaborazione tra esperti e al prezioso contributo di ASM che avrá un ruolo chiave nel garantire il cablaggio del sistema il progetto, in linea con un concetto di sicurezza smart e moderno, si concretizzerà nei prossimi mesi” così l’assessore Schraffl al termine della presentazione.

Nella foto d.s.v.d.: sindaco Peter Brunner, Davide Boriotto – Comando Carabinieri -, assessore Thomas Schraffl, Prospero Giacomo Bazzoli – rappresentante dei cittadini -, Ing. Renato Sette – Comune di Bressanone -, Giuseppe Lombardi – Polizia Locale-.

 

Iscriviti alla newsletter