Ampliamento in vista per la mensa di via Dante

L’inizio dei lavori per l’ampliamento della mensa di via Dante, che serve le scuole elementari, medie e superiori del rione nord di Bressanone, è previsto per giugno. Su iniziativa dell’assessora Monika Leitner si è svolto qualche giorno fa un incontro di coordinamento tra i responsabili dell’amministrazione comunale, il personale della mensa nonché i dirigenti delle scuole interessate.

Secondo l’assessora Leitner, l’ampliamento della mensa rappresenta, dopo il rifacimento dell’area esterna del polo scolastico terminata la scorsa primavera, un ulteriore e importante passo per lo sviluppo di tutta la zona nord della città. Con la settimana scolastica che si estende su cinque giorni, l’ampliamento della mensa si rende assolutamente necessario, così l’assessora, considerato che il grande afflusso di studenti richiede un impegno organizzativo dispendioso.

L’incontro tra responsabili comunali, dirigenti scolastici e personale della mensa è stato occasione per rivedere assieme il progetto in dettaglio e coordinare le attività durante il periodo dei lavori. Questi inizieranno i primi di giugno e dovrebbero concludersi a fine settembre. Per questo motivo è necessario trovare soluzioni ah hoc per quelle scuole che nelle prime due settimane di giugno e le ultime di settembre necessitano del servizio mensa. I genitori degli studenti verranno informati per tempo delle soluzioni adottate. Il servizio mensa sarà comunque garantito per tutto il periodo scolastico.

L’edificio che attualmente ospita la refezione scolastica risale al 2001 quando il Comune acquistò quello che era un capannone militare e lo riorganizzò in mensa. Ancora oggi il lato sud accoglie gli studenti mentre la parte a nord è adibita a cucina e magazzini. Secondo l’ingegnere del comune Renato Sette, l’ampliamento consentirà di aumentare gli attuali 250 posti di ulteriori 150 unità. È prevista la realizzazione di una struttura in vetro annessa sul lato sud-ovest. Contemporaneamente verranno eseguiti diversi interventi alla struttura esistente tra cui il risanamento dei muri esterni, la levigatura e laccatura dei pavimenti nonché la manutenzione del tetto. L’iter per l’ampliamento della mensa era iniziato nel novembre 2015 con l’approvazione del piano urbanistico; un anno dopo, nel novembre 2016, la giunta comunale aveva approvato il progetto esecutivo per una spesa complessiva di 675.137,24 € finanziati da Comune e Provincia Autonoma di Bolzano.

Foto: I rappresentanti del Comune e delle scuole, da sinistra: Giuseppe Perna (Preside Manzoni), Alessandra Scorrano (Comune), Marianne Fischnaller (Preside della scuola elementare Goller), Martina Stifter (Preside del Liceo pedagogico), Eva Maria Brunbauer (Preside del Liceo scientifico), Gabriele Engl (Preside scuola media Wolkenstein), l’assessora  Monika Leitner, i responsabili della mensa Victoria Frener e Hermann Popodi e  l’ingegnere Renato Sette

Iscriviti alla newsletter